Arieggiatori

Il prato comune, quello coltivato a graminacee, è costituito da innumerevoli piccole piante perenni tappezzanti, che si sviluppano vicine le une alle altre; tra di esse cadono foglie, detriti, residui dello sfalcio, che nell’arco dei mesi costituiscono uno spesso strato, detto feltro. Questo strato di prodotti vegetali in decomposizione crea nel tempo una vera e propria barriera, difficilmente attraversabile dall’acqua e dai sali minerali apportati dall’esterno.

Sarebbe quindi meglio rimuovere questo strato di detriti periodicamente, per permettere al tappeto erboso di svilupparsi al meglio; questa operazione di pulizia si chiama arieggiatura, e viene praticata in genere a fine inverno e a fine estate , in modo da preparare il prato alla bella stagione; l’arieggiatura viene praticata soprattutto in concomitanza con la risemina del prato, anche perchè altrimenti le nuove sementi andrebbero a cadere nel feltro e non nel terreno, e quindi tenderebbero a svilupparsi in modo non ottimale.

 

Mostra tutti i 3 risultati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi